Come diventare wedding planner

Chissà perché ma pare che la professione più desiderata dalle italiane sia la wedding planner! Diventare wedding planner è un sogno realizzabile, ma il primo passo consiste nello smettere di considerarla un'attività facile e divertente.

Essere una wedding planner non è un gioco, anche se alcuni apsetti di questa professione possono apparire puttosto leggeri.

Ma come si diventa wedding planner?

Per prima cosa bisogna interrograsi sulle proprie doti personali e chiedersi se siamo davvero dotati di pazienza, empatia e creatività. Ma non solo: siamo allo stesso tempo organizzate e analitiche?

L'energia che richiede il portare avanti, con successo, un'attività che non conosce regole ed orari deve essere innata!

In secondo luogo, se non hai nessuna esperienza nel settore, l'unica cosa che puoi fare è partire iscivendoti ad un corso di formazione.

Inzia da un corso online per wedding planner, in modo che l'investimento possa essere limitato e tu possa seguirlo senza doverti spostare da casa.

Una volta apprese le nozioni principali e aver chiarito la tua visione sul mondo del wedding planning potrai valutare di integrare la tua formazione con altri corsi o stage.

Esistono corsi online per wedding planner molto validi, ma devi essere disposta a concentrarti molto e a dedicare il tuo tempo libero agli esercizi che questi corsi online per wedding planner propongono.

E' necessaria una buoan dose di auto disciplina, come se stessi seguondo un corso universitario a distanza.

Come scegliere il miglior corso per wedding planner? Il corso migliore è quello organizzato da un wedding planner che abbia esperienza sia nel settore del matrimonio che in ambito aziendale e che sia esperto di comunicazione.

Un docente di questo tipo ti permette di iniziare la tua attività con tutte le conoscenze necessarie. Quindi non solo ideare un evento, ma anche organizzarlo, saperlo trasmettere ai fornitori.

Ti dovrà poi spiegare come si gestisce quotidianamente il lavoro di wedding planner, con le giornate da gestire in modo autonomo e i delicati contatti con gli sposi da seguire.

E poi ancora tutte le attività di marketing e comunicazione, di cui ti dovrai occupare personalmente, perché in qualità di wedding planner sarai un libero professionista che dovrà pensare a tutti gli aspetti della tua azienda.